I benefici di uno stile di vita sano: PRINCIPIO N. 2

09.09.2015 00:00

Gli integratori vitaminici NON sono una panacea per la salute


Poichè la nutrizione opera in quanto sistema biochimico estremamente complesso che coinvolge migliaia di sostanze chimiche e migliaia di effetti sulla nostra salute, affermare che alcune sostanze nutritive isolate assunte sotto forma di integratori possono sostituire i cibi naturali non ha molto senso e forse non ne ha affatto. Gli integratori non garantiscono la salute a lungo termine e possono provocare effetti collaterali imprevisti. Inoltre chi si affida agli integratori non attua un immediato cambiamento dietetico che sia benefico e prolungato nel tempo. I rischi della dieta occidentale non si possono infatti annullare consumando pillole di sostanze integrative.

Nell'assistere all'esplosione dell'interesse per gli integratori alimentari degli ultimi venti o trent'anni, mi è diventato più che ovvio il motivo per cui è emersa la colossale industria che li produce; i profitti alle stelle sono un incentivo eccellente e le nuove direttive governative hanno aperto la strada a un mercato in espansione. Inoltre, i consumatori vogliono continuare ha mangiare i loro cibi abituali e ingoiare qualche pillola di integratori li fa sentire meglio rispetto agli effetti potenzialmente nocivi della loro dieta sulla salute. Adottare gli integratori significa che i media possono trasmettere alla gente ciò cha la gente vuole sentire e che i medici hanno qualcosa da offrire ai loro pazienti. Il risultato è che ora un'industria multimiliardaria è entrata a far parte del nostro scenario nutrizionale e la maggioranza dei consumatori è stata indotta a credere di poter comprare la propria salute. Questa era la formula del defunto dott.  Atkins, che propugnava una dieta iperproteica e iperlipidica,sacrificando la salute a lungo termine per un vantaggio a breve termine e poi proponeva l'assunzione dei suoi integratori per cercare di risolvere quelli che egli stesso definiva i "problemi comuni di chi segue una dieta", fra cui la stitichezza, le voglie di carenza di zucchero, la fame, la ritenzione idrica, l'affiancamento, il nervosismo e l'insonnia. La strategia che mira a ottenere e mantenere la salute ricorrendo agli integratori aveva comunque iniziato a sgretolarsi già negli anni fra il 1994 e il 1996, con un'indagine a larga scala sugli effetti degli integratori di beta-carotene (un precursore della vitamina A) sul cancro ai polmoni e su altre malattie. Dopo un periodo di assunzione che andava da quattro a otto anni, il cancro al polmone non era diminuito come ci si attendeva, era semmai aumentato! Neppure l'uso delle vitamine A ed E aveva rivelato alcun vantaggio ai fini della prevenzione delle cardiopatie. Da allora si è condotto un gran numero di esperimenti successivi dal costo di centinaia di milioni di dollari per determinare se le vitamine A, C ed E prevengano le cardiopatie e il cancro. Recentemente si sono pubblicati due importanti studi che hanno analizzato questi esperimenti. I ricercatori hanno testualmente dichiarato di "non aver potuto determinare l'entità di benefici e danni prodotti dall'uso abituale di integratori di vitamine A, C ed E, delle multivitamine con acido folico o delle combinazioni di antiossidanti ai fini della prevenzione del cancro o delle malattie cardiovascolari". In effetti, il loro consiglio era addirittura di evitare l'uso degli integratori di beta-carotene. Non intendo qui affermare che queste sostanze nutritive non siano importanti: è vero il contrario, ma solo se consumate sotto forma di alimenti e non di integratori. Isolare le sostanze nutritive e cercare di ottenere benefici pari a quelli dei cibi naturali  rivela ignoranza riguardo al modo in cui la nutrizione opera all'interno dell'organismo. Un recente articolo speciale del New York Times documenta l'insuccesso degli integratori alimentari come fonte di accertati benefici per la salute. Con il passare del tempo sono sicuro che continueremo a "scoprire" che confidare nell'uso degli integratori di sostanze nutritive isolate per conservarsi in buona salute mentre si consuma la consueta dieta occidentale non solo è una perdita di denaro, ma rappresenta anche un potenziale pericolo. (tratto da The China Study).

massimobenessere@gmail.com

Cerca nel sito

Contatti

massimobenessere 60100 Ancona Cell. 3926370518 skype: massimoxbenessere
facebook:
https://www.facebook.com/pages/Massimobenessere/357012657818942?sk=timeline